[Home] [About] [Contattaci] [News]
              www.Porzus.net
 
    PORZUS E....      
  Cenni storici      
  Le apparizioni      
  Come arrivare      
  Progr. religiosi      
  Foto galleria      
  Contattateci      
  Per alloggiare      
  Progr pro Loco      
  Itin.naturalistici      
  Telefoni utili      
  Le novità      
  Home Page      
   

 

   
L'altare della chiesa di Porzus dove avvenne la seconda apparizione
             Il mosaico di Teresa Dush 
 nella casa dove nacque a Porzus   
 
                               Riflessioni su Teresa Dush e le apparizioni della Madonna di Porzus

E'stata La prima apparizione dopo la proclamazione del Dogma dell' IMMACOLATA CONCEZIONE

l'apparizione avvenuta 1'8settembre 1855, nove anni dopo l'apparizione de La Salette (19 settembre 1846);nove mesi dopo la proclamazione del Dogma dell'IMMACOLATA (8 dicembre 1854) e tre anni prima di quelle di LOURDES (11 febbraio - 16 luglio 1858). È un grande momento di grazia che merita"di essere conosciuto perché nei cuori non venga meno l'amore per la «Mamma» del Cielo.

Teresina non conosceva tale messaggio( come per le apparizioni de La Salette (19 settembre 1846), non ne aveva mai sentito parlare; quindi non poteva, essendo cosi povera ed analfabeta, inventare quello che diceva, né era sua intenzione ingannare la gente. Tutti in paese la conoscevano come fanciulla buona e sincera. Il messaggio allora veniva dal Cielo.

Dopo le apparizioni, nel 1856, Teresina, accanto alla gioia piu grande della vita, ebbe anche il dolore più profondo: a dIstanza di pochi mesi le morirono i genitori.Il Signore glieli tolse e per la fanciulla iniziava il Calvario.Rimase sola con uno zio che non poteva in alcun modo esserle di aiuto. Mons. Nicolò Tiossi ritenne allora opportuno - sia per sottrarre la veggente ad una indiscreta venerazione, sia per favorire l'opera che la Madonna voleva realizzare nella sua vita - portarla a Udine e affidarla a padre Luigi Scrosoppi, che dirigeva la Casa delle Orfanelle.

Il 21 giugno 1856, Padre Luigi Scrosoppi accolse nella sua casa La piccola orfanella Teresa Dush,accompagnata da mons .Nicolò Tiossi ,Decano del capitolo della Collegiata di Cividale. Padre Luigi era già informato sui fatti straordinari,ma volle accuratamente conoscere tutto l'accaduto. Lo comunicò quindi ad alcune Madri educatrici, perché era necessario che conoscessero l'origine del piccolo segno che la bimba portava sul dorso della mano sinistra e facessero in modo che fosse tenuto nascosto e protetto contro inutili e vani desideri di curiosità e superstizione. Nella Casa, Teresa Dush doveva essere in tutto e per tutto come le altre ragazze e giovani, e Padre Luigi, saggio e autentico educatore, aveva dato una norma prudente, giusta ed equilibrata. Tuttavia, sappiamo che egli, alcune volte, di sua propria iniziativa, fece deroga a tale divieto e mostrò la crocetta a qualche suora o a qualche postulante.Anche per Bemardetta Soubirous avvenne qualcosa di simile: ebbe l'ordine di non parlare mai delle apparizioni della Madonna.

FORMAZIONE DI TERESA DUSH

Padre Luigi e le Madri educatrici plasmarono la giovane Dush in modo sereno ed armonico, come una vera figlia della Provvidenza, secondo l'austera scuola di vita religiosa in atto in quei tempi. Rimase nella Casa delle ragazze orfane di Udine dal 1856 al 1860 poi, terminata la sua formazione, fu inviata a prestare servizio presso una Famiglia di benefattori. Durante tale periodo fu seguita personalmente da padre Luigi e da alcune Suore educatrici, tra cui Madre Serafina Strazzolini, come era d'uso, perché le orfane, che non avevano più alcun nucleo familiare, rimanevano sempre "figlie della casa" .In quegli anni, la giovane Teresa sentì giungere a maturazione la chiamata alla vita religiosa, ma fu assalita dal timore di non poter realizzare la sua vocazione, per la sua povertà e ignoranza. Con un'altra apparizione la Madonna le venne in aiuto, e la assicurò che sarebbe diventata religiosa nella Famiglia di Padre Luigi. A Porzùs, solo nel 1992 si ebbe notizia di quest'ultima apparizione e solo allora si conobbe il nome che Teresa ricevette da padre Luigi il giorno della sua vestizione religiosa:suor Osanna Maria. Prima nessuno ne aveva mai sentito parlare

                                  

                    Teresa Dush e  L'apparizione del 1864 e" il DONO DI SAPER LEGGERE...»."

Nel suo animo Teresa aveva deciso di consacrarsi per sempre al Signore. Però accanto a questo fermo proposito c'era nel suo cuore la sincera consapevolezza della ,sua estrema povertà, della sua malferma salute e della sua Ignoranza.La mamma non l'aveva mandata a scuola.Per farsi suora era necessario saper leggere e scrivere per essere di aiuto agli altri e per recitare l'Ufficio. Come fare ora? E una sera mentre nella preghiera apriva il suo cuore alla Madre di Dio venne avvolta da una luce celestiale.La Vergine posò sulla fanciulla il suo sguardo materno che lenì ogni dolore e dissipò ogni dubbio.«Va' pure in convento -,le disse la celeste Soccorritrice - e quando dovrai recitare l'Ufficio lo saprai come le altre suore». Né Melania, né Bernardetta ebbero simile aiuto nella loro scelta definitiva.Con questa garanzia, Teresina, dopo aver parlato con Mons. Tiossi, fece ritorno a Udine per rimanere definitivamente nella casa di Padre Scrosoppi. Il 7 agosto 1864, festa di S. Gaetano, fu ammessa in probandato;il 19 marzo 1867, festa di S. Giuseppe, iniziò il noviziato e il 14 settembre 1868, festa della Esaltazione della santa Croce, vesti l'abito religioso ricevendo il nome di Suor Osanna Maria.
 

"  La Croce COME ORO LUCENTE ...»."

Madre Osanna Tisot (1846-1932), Madre Diomira (1858-1932),Madre Battistina (1857-1930),Madre Rosa Maria (1853-1933) e Madre Serafina (1825-1889)furono tra le suore, che assieme al Fondatore Beato padre Luigi Scrosoppi, videro la crocetta impressa sul dorso della mano sinistra di Teresa Dush. Dissero che era lunga circa tre centimetri e che era «luccicante come l'oro », ma poi divenne rossa durante la malattia e bianca dopo la morte.Perché la Madonna diede questo segno alla fanciulla di PORZUS ? La Madre di Dio che nelle Litanie è invocata come Rosa Mistica, poteva dare il segno di una rosa. Ha preferito invece quello della croce. È invocata anche come Stella del mattino e quindi poteva imprimere il segno di una stella. Ecco invece il segno della croce. Poteva lasciare il segno della «M» iniziale del suo bel nome, Maria. Ha dato la croce. È impossibile dare una risposta esauriente alle domande che possono sorgere nel nostro animo. Perché la croce? Forse, e senza forse, perché essa è il segno piti grande dell'amore di Dio. Gesti per noi è morto sulla croce per amore. La croce ci dice che Dio non si arrende al nostro rifiuto, alla nostra indifferenza, al nostro peccato. Con la croce raggiunge tutti, per amarli e per salvarli.

                                  

            La Cappella dell'apparizione ristrutturata completamente nel 1995 per volontà del parroco Mons. Vito Perini.


Perché la Madonna ha scelto dopo la Salette Porzus per richiamare tutto questo? La Bibbia ci ammonisce e ci invita a mantenerci umili. Chi siamo noi per dire a Dio: «Perché fai questo o quest 'altro? ».
Non bastava la Salette? Perché anche Porzus? Questo piccolo e sperduto paese montano? Perché Dio sceglie ciò che è piccolo e debole per confondere ciò che è grande e forte. Ogni lembo di terra è Suo, ogni porzione «<porzus») del creato è Suo. «Se non diventerete come bambini non entrerete nel Regno dei Cieli». È un invito e un ammonimento sempre valido, sempre attuale, e oggi più che mai!
.
 

CANTO ALLA MADONNA DI PORZUS

 

       Canto  MADONNA DI PORZUS

          -  ave Maria -

PREGHIERA  ALLA MADONNA DE SESULE
Una croce Tu ponesti sulla mano d'una bimba che fu oggetto del tuo amor.
Le dicesti sussurrandole pian piano: "Non far erba! Oggi è il giorno del Signor".

"Rit. O madre Santa, Madonna "de Sesule" con fede ardente cantiamo a te.Di rose è colmo tutto il tuo manto Madonna "de Sesule" lodiamo Tè .


"Lavorare in di di festa non conviene,ma alla Messa devi andare con fervor.Oh mia bimba, se mi vuoi un po'di bene, dillo a tutti questo invito del mio cuor

"Rit. O madre Santa, Madonna "de...

A Porzus, Madre divina, Tu apparisci e chiedesti che una piaga abbia cessar.
"La bestemmia, gran peccato,in bocca ai tristi presto in lode qui si venga a trasformar".

"Rit. O madre Santa, Madonna......
"Le vigilie e i digiuni osserverete"Tu dicesti infine a tutti i figli miei e noi, Mamma, nelle ore meste o liete promettiam di fare tutto quel che vuoi.

"Rit. O madre Santa, Madonna "de....

1. Sui monti venisti in questa dolina,parlasti d'amore o Madre Divina.
Ave, Ave, Ave Maria!
 2. «Il giorno di Festa' è sacro al Signor!»Dicesti a Teresa o Madre d'amor.                    

Ave, Ave, Ave Maria!

3. Il segno le desti del dolce Signor: la croce splendente di pace e d'amor.                  

    Ave, Ave, Ave Maria!
4. Seguiamo la Legge di nostro Signor e giorni di pace avremo ognor.

Ave, Ave, Ave Maria!

5. Tu guida il cammino dei figli fedeli
e fa' che giungiamo al Regno dei Cieli.

Ave, Ave, Ave Maria!

O Regina del cielo e della terra,tu che apparendo alla piccola Teresa richiamastI il popolo cristiano all'osservanza dei comandamenti  del Signore,aiutaci a fare sempre la Sua volontà,a santificare le feste e il suo nome,santo e benedetto e a compiere opere di penitenza e di bontà.
Benedici le nostre famiglie,i nostri figli,la nostra gioventù,i nostri anziani e ammalati,le persone sole e quelle bisognose di aiuto e di conforto.
Ottienici ora dalla Trinità Santissima la grazia che con fiducia ti chiediamo...
Resta sempre vicino a noi affinché possiamo amare la vita e testimoniare con essa l'amore - di Dio,creatore e padre.
E fa' che un giorno veniamo accanto a te,nella eternità beata,a lodarti e a ringraziarti per sempre,o clemente,o pia, o dolce Madre nostra,Maria. AMEN.
 

Con approvazione ecclesiastica
Udine,21ottobre 1992
Alfredo Battisti Arciv.

     
Scarica qui la versione da stampare :   


                                                               www.Porzus.net

 

                                         COPYRIGHT (C) 2006, www.porzus.net -   ALL RIGHT RESERVED    Webmaster by Claudio 

Pag. precedente                                                                                                               Pag. successiva